Basteranno le tagliatelle?

Vi ricordate la canzone che vinse la quarantasettesima edizione dello Zecchino d’Oro? Le tagliatelle di nonna Pina. Correva l’anno duemilatre e io avevo ventidueanni.  A una ragazza di quell’età che NON ha figli, come può interessare il più famoso Festival Internazionale della Canzone del bambino? Semplice, quando non frequentavo le lezioni all’Università e non uscivo con le amiche, facevo la baby sitter a due scatenate sorelline.  La canzoncina ha un testo che già all’epoca mi fece molto riflettere: come cavolo fa una bambina così piccina a frequentare, oltre al tempo pieno a scuola, un corso di inglese, uno di pallavolo, uno di latin dance, uno di kung-fu, uno di chitarra e uno di ciclo-cross? La poverina lamenta il fatto di non passare abbastanza tempo con i genitori. E questi che fanno? La iscrivono a svariati corsi! Chiaramente la canzone amplifica quelle che sono le fatiche subite dalla piccola, ma, e la domanda sorge spontanea, tutte queste attività giovano a dei bambini?

images

Poi nasce Carolina e sogno per lei pomeriggi stracolmi di lezioni di nuoto, di danza, di inglese e di violino.

Poi Carolina cresce e mi accorgo che non sempre la realtà supera la fantasia.

Quest’anno, dopo aver compiuto quattro anni, ha iniziato a frequentare un corso di musica e uno di inglese e, salvo rare eccezioni, durante quei giorni andavo a prenderla all’asilo subito dopo pranzo per farla riposare un po’.

A metà anno, però, ha iniziato, e con non poca insistenza, a chiedere di poter partecipare anche a un corso di danza o ginnastica.

CRISI.

Ma come potrà seguire tre corsi? Come cavolo farà a frequentare una scuola a tempo pieno e contemporaneamente gestire fisicamente e mentalmente tante attività pomeridiane? Basteranno le tagliatelle di nonna Susanna?

Le riposte mi sono state date da persone fidate e con gran lunga più esperienza di me: insegnanti e genitori con tanti figli.

·       Se hai la possibilità, non farle fare il tempo pieno a scuola.

·       I bambini non si stancano così facilmente, sono macchine da guerra.

·       Più cose fanno, meglio è: sono tutti stimoli in più.

Ma la bambina non va sovracaricata, dice la mia testolina.

E così, a malincuore, dovrà rinunciare a qualcosa. Sì, ma a cosa?

Ci penseremo in un secondo momento, poiché in questi giorni siamo alle prese con un altro dilemma epocale: danza classica o ginnastica ritmica?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...