Alla scoperta di Re Ludwig

 

Quando fa molto caldo, come oggi, Carolina e io cerchiamo un po’ di refrigerio nella taverna della casa dei nonni; saliamo ai piani superiori solo per rifocillarci.

Quale giornata migliore, se non questa, per parlare a Carolina delle nostre prossime vacanze?

Tra un paio di settimane andremo in Baviera, sulle tracce di Re Ludwig, per visitare i suoi castelli e percorrere parte della  Romantische Straße.

La prima cosa che ho fatto, è stata farle vedere il tragitto che percorreremo in auto, per poi mostrarle la Baviera ai tempi del Re delle fiabe. Come? Ma grazie ad un vecchio atlante storico- geografico tutto impolverato che appartiene a mio padre.

 

Poi, ci siamo concentrate sui castelli e su Ludwig.

In mattinata, mentre Carolina giocava, grazie a qualche sito web dedicato alla regione tedesca ho raccolto alcune informazione su Ludovico II di Wittelsbach e, aiutata da un abile copia e incolla, ho scritto una breve storia sulla vita del misterioso Re che poi ho letto a Carolina.

Gli aspetti su cui mi sono soffermata sono stati la presunta pazzia attribuita al giovane sovrano, la morte misteriosa e il suo spiccato interesse per l’arte e la musica.

E poi lei, Sissi. L’imperatrice d’Austria. Che c’entra la più famosa principessa austriaca con il nostro Ludwig? Semplice, i due erano cugini! Mia figlia non credeva alle sue orecchie!

Un attimo. Fermi.

Ad un certo punto un grido.

“Mamma! Infatti nel cartone Sissi ha un cugino e si chiama proprio Ludwig!”

E io che pensavo di averle svelato un segreto importantissimo sulla vita del sovrano tedesco.

Poi, dopo averle ricordato il nostro viaggio a Vienna e la visita alla residenza estiva della principessa, ci siamo riviste la prima puntata della serie Sissi. La giovane imperatrice (che io adoro, proprio come il famosissimo film).

Nel primo episodio compare un aitante giovane a cavallo che dimostra da subito coraggio da vendere: Ludwig.

“Ludwig i castelli che disegni sono davvero bellissimi!” dice Sissi, commossa.

“Per ora sono solo disegni, ma un giorno li costruirò così tutti potranno ammirarli davvero”.

E così è stato.

Baviera, stiamo arrivando!

foto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...