Tortelli e burattini

Avevo dimenticato quanto fossero buoni i tortelli di zucca. Io adoro mangiare e assaggiare sempre cose nuove, e lo scorso fine settimana ho fatto una scorpacciata di piatti tipici.

Mantova, capitale della Cultura 2016, ci ha accolti e coccolati e, per questo, devo ringraziare il mio caro amico Francesco e la sua famiglia che ci hanno invitati a trascorrere una giornata nella città lombarda. Ci conosciamo dai tempi del Liceo e da molto tempo gli avevo promesso che sarei andata a trovarlo nella sua patria adottiva per mangiare i tortelli di zucca, gli agnoli in brodo e il salame dolce!

“Carolina, raccontami un po’, cosa hai visto a Mantova?”

“Un palazzo Grande dove c’era anche un parco, una piazza dove c’era un altro palazzo. Poi il parco della scienza e il castello. Poi c’era il teatro ma è andata solo la mamma”.

Tradotto: Palazzo Te, Palazzo Ducale, Il parco della scienza, il Castello di San Giorgio e il Teatro Bibiena.

La prima volta che ho visto Mantova è stata per visitare la mostra Le ceneri violette di Giorgione. Natura e Maniera tra Tiziano e Caravaggio, allestita a Palazzo Te nel lontano 2004. Dovevo sostenere un esame di storia dell’arte che prevedeva la visita a una mostra. Io scelsi di andare a Mantova semplicemente perché non c’ero mai stata.  

Mi è entrata nel cuore, è un piccolo gioiello che racchiude un fascino incredibile.

Patrimonio mondiale dell’umanità per l’Unesco assieme alla vicina Sabbioneta, grazie alle sue caratteristiche storiche e naturali, Mantova è una città che incanta e stupisce turisti da ogni parte del mondo:

Come capitale della cultura sarà un laboratorio, un polo aperto e sostenibile di innovazione e coinvolgimento di cittadini e visitatori.

Per tutte le informazioni visitate il sito www.mantova2016.it!

foto-7

Abbiamo lasciato Mantova alla volta di Parma, città che conosco poiché ci abita, da più di dieci anni, la mia maxi sorella.

Abbiamo cenato con lo gnocco fritto e i salumi! Vi ho già detto quanto amo mangiare?

L’indomani siamo usciti per un giro in centro: prima tappa il Castello dei Burattini, museo dedicato alle creazioni del burattinaio Giordano Ferrari. Il percorso museale inizia con i materiali e i burattini che hanno influenzato l’attività dei Ferrari fin dagli esordi, come ad esempio il burattino Sandrone creato da Luigi Rimini Campogalliani (1775 – 1839). Nella seconda sala sono esposte anche alcune marionette, per mettere in risalto le differenze costruttive e sostanziali con i burattini. A Carolina il museo è piaciuto, ma la sorpresa più grande è stata per me e mio marito; nella sala quattro, esposti in una teca, abbiamo potuto ammirare i pupazzi televisivi che ci hanno accompagnato per tutta la nostra infanzia; il Castello dei Burattini ha ricevuto in donazione i pupazzi del Gruppo 80, ossia Five, Uan e Ambrogio!

L’ingresso al Castello era gratuito, il che non guasta; infatti, dal primo ottobre di quest’anno nei musei civici di Parma si entra gratis! Alla luce di ciò, abbiamo accontentato mio marito e siamo andati a visitare la Casa del Suono, realtà molto particolare poiché dedicata a un argomento inafferrabile e inconsueto come il suono: nella restaurata ex- chiesa di Santa Elisabetta, sono esposti apparecchi di riproduzione e trasmissione dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri.

Gli altri musei ad ingresso gratuito sono la Pinacoteca Stuard, il Museo dell’Opera, la Casa Natale di Toscanini e il Palazzetto Eucherio Sanvitale. Noi ci siamo limitati al Castello dei Burattini e alla Casa del Suono poiché Carolina aveva un gran voglia di correre! E quale posto migliore se non il parco della Pilotta o la Piazza del Duomo? Parma, in autunno, è strepitosa!

Ah, un’ultima cosa.

Grazie a chi ci ha tenuto compagnia in questi due giorni. A mia sorella Elisa e a Giovanni, agli amici vecchi e a quelli nuovi!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...